Rifacimento Impianto Elettrico

Rifacimento impianto elettrico senza problemi ponendo attenzione ai singoli passaggi da eseguire. E’ quanto dovrete fare se vorrete cimentarvi con una delle operazioni più difficili da realizzare in un appartamento. Questo intervento vi sarà addirittura indispensabile se il vostro impianto è vecchio o mal funzionante. Mai come quando si ha a che fare con la corrente elettrica è necessario pensare alla sicurezza.


Un impianto che ci permette di accendere e spegnere le luci correttamente non basta, è importante che sia sicuro al di là delle apparenze. Se avete già istallato un impianto potete fare una piccola prova periodicamente con il salvavita per assicurarvi del buono stato dell’impianto. Il salvavita si trova all’interno del quadro elettrico (una piccola leva e un pulsante con su la lettera T). Provate a premere il pulsante. A questo punto il salvavita, se tutto funziona, si sgancia e va via la corrente. Poi potete rialzare la levetta. Se questo non si verifica è il caso di far controllare il vostro impianto. Anche un cavo elettrico troppo caldo o una presa multipla annerita non è un buon segno…


Allora, se a questo punto vi siete persuasi a metter mano al vostro impianto sapete cosa fare?
Innanzitutto fate una distinzione tra la manutenzione  per la messa in sicurezza e il completo rifacimento all’impianto, perché a seconda di quello che decidete cambia di molto il budget.
I passi necessari alla manutenzione sono quelli a seguire: in primis staccare la corrente, poi iniziare a lavorare a un impianto a norma CEI (Comitato Elettrico Italiano). Dopo aver controllato le canalette e appurato se serva aggiungere qualche interruttore verificate che i fili non siano di diametro inferiore a 1 mm e mezzo perché ciò indica che l’impianto è molto vecchio. Quali caratteristiche deve avere la nuova centralina? Tre interruttori, uno differenziale e due magnetotermici  con correnti nominali da 10A e 16A.


Quanto può venire a costare il rifacimento dell'impianto elettrico? Il costo può essere puramente indicativo perché dipende molto da come è strutturato il vostro appartamento, i materiali che sceglierete, il numero di punti luce e dei circuiti. Un impianto a norma ai sensi CEI/UNI, che include circa una cinquantina di punti luce può costare intorno ai tremila euro o giù di lì.

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.