Ristrutturare

Ristrutturazione casa: facciamola e recuperiamo metà delle spese in dieci anni! Come? Con il nuovo bonus fiscale voluto dal Governo che è stato prorogato fino al 31 dicembre 2014.

Se ci sono dei lavori da fare in casa come ad esempio ristrutturare l’impianto elettrico, rifare il bagno, i pavimenti, la cucina ecc. dovete sapere che mai come adesso è possibile cogliere l’occasione per risparmiare qualcosa. Mica male, non dimentichiamo che siamo in tempo di crisi!


Vediamo allora in dettaglio di che cosa si tratta. Innanzitutto il decreto, ora convertito in legge, fa riferimento ad interventi di manutenzione ordinaria, non solo per le singole unità abitative ma anche per le parti condominiali, interventi di manutenzione straordinaria, ripristino di immobili danneggiati ed eliminazione di barriere architettoniche.
Ristrutturazione casa vuol dire anche interventi per la prevenzione di infortuni domestici, furti e atti di vandalismo e misure per favorire il risparmio energetico. E’ importante che ogni spesa che intendete detrarre per i lavori sia documentata da fatture e da bonifici. Per gli interventisostenuti nel 2013 si può risparmiare fino al 50% della spesa per un totale massimo di 96.000 euro. Dal prossimo anno la percentuale scenderà al 36%.
Pensate a quanto potete risparmiare ora e anche in futuro se, usufruendo del bonus, riprogetterete la vostra casa in funzione del risparmio energetico. Grazie a questa operazione del Governo potete infatti provvedere a coibentare la vostra abitazione, istallare i pannelli solari, sostituire il climatizzatore invernale ecc. Quindi non parliamo di un risparmio che riguarda solo gli interventi di ristrutturazione nell’immediato, ma anche di un consistente risparmio nei consumi domestici quotidiani, che vanno ad aggiungersi ai già grandi vantaggi offerti dal bonus.
Questi sgravi fiscali vengono riservati a chi esegue interventi su edifici residenziali o su parti di essi. L’edificio deve essere registrato al catasto.


Ma quando parliamo di ristrutturazione di case ci riferiamo anche all’aspetto che riguarda mobili ed elettrodomestici. Eh, si. E’ possibile detrarre anche questo tipo di spesa. L’importo massimo di spesa per richiedere il bonus è di 10.000 euro. Un esempio: se avete eseguito lavori in casa per rifare il bagno, potete acquistare anche nuovi mobili e sanitari e beneficiare dei vantaggi che vi stiamo illustrando. Se  vi siete regalati nuovi ambienti in cucina, potete approfittarne per acquistare nuovi elettrodomestici a patto che siano almeno di classe A+.

E’ possibile consultare la guida completa alle ristrutturazioni su  www.casa.governo.it/allegati/guida_ristrutturazioni.pdf.

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.