Riscaldamento Elettrico a Pavimento i Pro e i Contro

Nel momento in cui si procede alla ristrutturazione di un’abitazione bisogna necessariamente valutare anche come posizionare gli elementi che riguardano l’impianto di riscaldamento: se l’opzione scelta è quella di un termocamino o di una stufa, è molto probabile che questi elementi impegnino una parte (a volte anche consistente) dello spazio a disposizione, costringendo a scelte obbligate (e a volte molto scomode) per quel che riguarda il posizionamento degli elementi di arredo.

Scegliere invece un riscaldamento a pavimento permette di risparmiare spazio (importante quando se ne ha poco a disposizione). Inoltre il riscaldamento a pavimento permette di ottenere tutta una serie di vantaggi per quel che riguarda la distribuzione del calore uniforme. Inoltre, questo tipo di riscaldamento è utilizzabile anche in tutte quelle situazioni in cui non è possibile accedere alla rete del riscaldamento urbano. Vediamo quali sono del riscaldamento elettrico a pavimento i pro e i contro, in modo da valutare se può essere la soluzione più adatta alla nostra ristrutturazione.

Riscaldamento elettrico a pavimento i pro e i contro

I vantaggi di questo tipo di riscaldamento sono numerosi e sicuramente interessanti. Fra i più importanti vanno ricordati:

-silenziosità: il riscaldamento elettrico a pavimento è probabilmente uno dei sistemi di riscaldamento più silenziosi in assoluto. Infatti questo tipo di riscaldamento ha un collegamento solo con l’impianto elettrico e non con altri elementi meccanici (come per esempio la caldaia, che funziona tramite una pompa), che possono comunque emettere un rumore (più o meno intenso a seconda dei diversi modelli di riscaldamento) che può quindi recare disturbo alla quiete.

-comfort: il riscaldamento elettrico a pavimento produce un calore che si diffonde in modo uniforme nell’ambiente in cui l’impianto è installato. Se infatti altri tipi di riscaldamento (come i classici termosifoni oppure un sistema di riscaldamento basato su stufa o termocamino) non riesce a garantire un’uniformità nella distribuzione di calore (l’aria è più calda in alcune zone rispetto ad altre), questo non accade con il riscaldamento elettrico a pavimento.

-Flessibilità: con un impianto di riscaldamento elettrico a pavimento è possibile dotare ogni ambiente di un termostato indipendente, senza la necessità di installare tubi, valvole o altri meccanismi. Questo permette di regolare la temperature nelle diverse stanze a seconda dei propri gusti, con un evidente risparmio (basta pensare alla possibilità di tenere il riscaldamento spento oppure a temperatura molto bassa nelle stanze che non vengono utilizzate).

-Sicurezza: un sistema di riscaldamento a pavimento elettrico è integrato perfettamente con il pavimento in cui viene inserito. In questo modo è garantita la sicurezza degli utilizzatori, che non possono mai venire direttamente in contatto con gli elementi sotto tensione.

-Salute: il sistema di diffusione di calore di un riscaldamento elettrico a pavimento è molto più salutare rispetto ai sistemi classici. Infatti questo sistema non sposta masse di aria calda (e di polvere), come accade con i sistemi comuni di riscaldamento, che possono quindi essere fonte di allergia (in particolare quella agli acari), ma procede a riscaldare i corpi, garantendo una bassa differenza di temperatura (al massimo 1,5 gradi) fra pavimento e soffitto.

-Manutenzione: rispetto ai sistemi tradizionali di riscaldamento (come le caldaie oppure le stufe), un sistema di riscaldamento elettrico a pavimento richiede un manutenzione praticamente nulla, infatti l’unico operazione che può essere necessaria è quella di sostituzione degli elementi eventualmente danneggiati.

Riscaldamento elettrico a pavimento i pro e i contro

Ovviamente ci sono anche degli svantaggi rispetto all’installazione di un riscaldamento elettrico a pavimento: in primo luogo è necessario predisporre un pavimento adatto alla diffusione del calore, in particolare facendo attenzione allo spessore dei massetti. Infatti, se si scelgono dei massetti troppo spessi, si avrà un effetto simile a quello dei caloriferi in ghisa, con un riscaldamento lento ma anche una velocità di raffreddamento più lenta. Se invece si scelgono dei massetti più sottili, il riscaldamento sarà ovviamente più veloce ma allo stesso tempo sarà rapido il raffreddamento degli ambienti.

Abbiamo visto del riscaldamento elettrico a pavimento i pro e i contro: se vuoi avere maggiori informazioni su questo tipo di riscaldamento, sui costi di acquisto e installazione e sull’efficienza energetica, contatta i  nostri esperti, che sapranno rispondere a tutte le tue domande e darti i suggerimenti più adatti per ka ristrutturazione della tua casa al meglio.

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.