Stufe a Metano: una Soluzione per Risparmiare?

Le stufe a metano rappresentano una soluzione interessante per il riscaldamento di casa: in particolare, i modelli più recenti, regalano una buona efficienza termica, combinata con un sistema di funzionamento che le rende molto economiche (fattore non trascurabile, considerando che negli ultimi anni si è assistito a un aumento continuo dei costi dei carburanti fossili).

Stufe a metano: la tecnologia catalitica

I modelli più diffusi di stufe a metano rappresentano un’ottima soluzione per il riscaldamento degli ambienti più abitati della casa: per esempio, una stufa a metano posizionata in cucina o in soggiorno può essere utile a evitare di accendere l’impianto centrale di riscaldamento o nelle giornate più fredde delle belle stagioni.

Le stufe a metano funzionano in base alla tecnologia catalitica: questo vuol dire che sono dotate di una cella in ceramica costruita a forma di nido d’ape, che viene ricoperta con un metallo nobile (nella maggior parte dei casi palladio, rodio o platino), che ha la funzione di filtrare i fumi prodotti dalla combustione del metano. Quando le fiamme prodotte dalla combustione raggiungono la temperatura di 260 gradi, si  verifica una mutazione nella conformazione chimica delle molecole del metano, che continuano a bruciare ma producono un maggior calore e quindi il risultato che si ottiene è quello di un maggiore e più rapido riscaldamento.

Il riscaldamento dell’ambiente avviene attraverso dei mattoncini (normalmente sono tre per stufa), che hanno la funzione di propagare all’esterno i raggi infrarossi e quindi il calore. È possibile accendere i mattoncini singolarmente, oppure tutti insieme, a seconda delle dimensioni dell’ambiente e del riscaldamento che si vuole ottenere.

Normalmente, ognuno di questi mattoncini ha una potenza di 1400 watt (che è già superiore alla potenza di una stufa alogena di media grandezza, che di solito si aggira sui 1200 watt). La somma della potenza dei 3 mattoncini è pari a 4200 watt, una potenza di calore in grado di riscaldare al meglio anche ambienti estesi.

Stufe a metano: gli altri vantaggi

Ci sono poi degli altri aspetti che rendono interessante l’acquisto di una stufa a metano per il riscaldamento di casa: in primo luogo, questo tipo di stufa non necessità di un allaccio a una canna fumaria. Questo vuol dire che una stufa di questo genere può essere sistemata in qualsiasi stanza, senza la necessità di effettuare importanti lavori di adeguamento o ristrutturazione (ovviamente sarà sempre importante prevedere nella stanza dove si utilizza la stufa una presa d’aria, necessaria per il ricambio di ossigeno).

Dalle caratteristiche tecniche delle stufe a metano deriva anche l’assoluta semplicità di installazione: infatti non è necessario l’intervento di un tecnico specializzato, non vanno effettuati particolari lavori e basta limitarsi a collegare la stufa all’impianto di distribuzione del metano (attenzione a utilizzare sempre un tubo rigido, mai il classico tubo di gomma).

Inoltre, l’accensione di questo tipo di stufe avviene attraverso un semplice sistema piezoelettrico: questo permette alla stufa di accendersi e di funzionare anche in assenza di corrente elettrica (situazione che non si verifica con le stufe a pellet, che hanno sempre bisogno di un’alimentazione elettrica per funzionare).

Abbiamo visto le caratteristiche e alcuni vantaggi delle stufe a metano: se vuoi avere altre informazioni su questo tipo di stufe, sulle loro caratteristiche tecniche e sulla loro efficienza, contatta i nostri esperti, che sapranno rispondere alle tue domande e suggerirti la soluzione migliore per i tuoi problemi di riscaldamento.

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.