Caminetti Sospesi: Caldo e Design

L’immagine del camino e della fiamma che brucia all’interno del braciere, diffondendo calore all’ambiente, riesce a evocare un senso di pace e di casa: attualmente, grazie ai modelli di caminetti sospesi disponibili sul mercato, è possibile unire questa particolare sensazione con un design unico e moderno. Infatti i caminetti sospesi hanno una struttura completamente diversa dai caminetti classici: invece di essere appoggiati su una base al pavimento risultano sospesi a mezz’aria, con una linea assolutamente innovativa e moderna, in grado di adattarsi anche agli arredamenti più eleganti.

Questo tipo di pavimento (detti anche “freestanding”) finiscono per essere non solo un sistema di riscaldamento, ma per rappresentare anche un elemento artistico all’interno dell’ambiente in cui vengono inseriti.

I caminetti sospesi sono solitamente sistemati o a ridosso di una parete, oppure al centro della stanza, quasi come una sorta di lampadario che da calore e stile alla stanza: questa scelta non dipende solo dai gusti personali, ma anche dalla presenza e dalla posizione di una canna fumaria a cui il caminetto sospeso debba essere collegato.

Caminetti sospesi: materiali di costruzione, combustibile e sistema di funzionamento

I caminetti sospesi sono costruiti utilizzando diversi materiali: la muratura, la pietra oliare, la ghisa, con la possibilità di arricchirne lo stile grazie ai rivestimenti in ceramica, pietra, marmo e legno. In commercio esistono dei modelli prefabbricati costruiti con materiali leggeri e robusti, che permettono un’installazione semplice e anche di smontare con facilità il caminetto alla fine della stagione fredda per poi rimontarlo al momento del bisogno, permettendo di sfruttare diversamente lo spazio durante un determinato periodo dell’anno.

Anche per quel che riguarda il combustibile utilizzato i modelli di caminetti sospesi offrono diversi opzioni: sono infatti disponibili camini a legna, a pellet, a bioetanolo, a gas ed elettrici. La scelta del combustibile dipende anche e soprattutto dalla configurazione dell’ambiente in cui andrà inserito il caminetto sospeso: nel caso infatti si scelga la legna (unico combustile che permette di avere un braciere aperto), il pellet oppure il gas, sarà anche necessario collegare il caminetto sospeso a una canna fumaria.

Mentre se si opta per il bioetanolo o per l’elettricità, non vi è la necessità di collegare il camino a una canna fumaria, e vi è quindi una maggiore elasticità sulla posizione in cui installare il camino stesso (oltre alla necessità di minori opere murarie per l’installazione stessa).

Per quel che riguarda il design dei caminetti sospesi, vi sono alcuni modelli che permettono la rotazione del corpo del camino: in questo modo è possibile dirigere il calore e la luce delle fiamme verso un punto ben preciso dell’ambiente. Invece altri modelli presentano un braciere chiuso ma un rivestimento trasparente, che avvolge il braciere per intero e che permette una visione da ogni angolo delle fiamme del caminetto.

Abbiamo visto cosa sono e come possono essere installati i caminetti sospesi: se vuoi avere maggiori informazioni sulle tipologie di modelli disponibili, sulle loro caratteristiche tecniche, sui prezzi e sulle opere necessarie per l’installazione contatta i nostri esperti, che sapranno rispondere a ogni tua domanda e suggerirti la soluzione migliore per il riscaldamento della tua casa.

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.