Caldaia a Biomassa Conviene Veramente?

Nel momento in cui si ristruttura un impianto di riscaldamento, si può considerare anche di cambiare tipologia di caldaia e quindi di carburante per il riscaldamento. Attualmente il mercato offre le più diverse soluzioni per il riscaldamento di casa, comprese quelle ritenute più ecologiche, cioè alimentate con biomasse. Ma l’installazione di una caldaia a biomassa conviene, oppure è meglio affidarsi ad altri sistemi di riscaldamento?

Vediamo quali possono essere i vantaggi offerti da questa nuova tipologia di riscaldamento e se effettivamente può fare al caso nostro nel caso di modifica e ristrutturazione dell’impianto energetico.

Riscaldamento a biomassa conviene?

Il costo del carburante Uno dei problemi che ha reso più onerosi negli ultimi anni i costi per il riscaldamento deriva dall’aumento dei prezzi dei combustibili fossili (come metano e gasolio).

Le caldaie a biocarburante non risentono di questo problema, perché la possibilità di trovare facilmente il carburante stesso (per esempio il pellet che è ormai disponibile anche nella grande distribuzione), permette di abbassare molto i costi di distribuzione (che per i combustibili fossili richiedono invece la costruzione di impianti oppure la distribuzione tramite mezzi specializzati). Inoltre, se nella zona in cui ci si trova c’è una buona disponibilità di legna o di cippato, è possibile diminuire ulteriormente questi costi, garantendosi un risparmio ancora maggiore.

Riscaldamento a biomassa conviene? L’impatto sull’ambiente

Un altro fattore molto importante da considerare nella scelta di un sistema di riscaldamento è l’impatto ecologico del carburante utilizzato. Se gli idrocarburi hanno un impatto molto forte a livello di inquinamento dell’ambiente, il riscaldamento a biomassa ha invece un impatto neutro. Questo perché l’anidride carbonica che viene prodotta dalla combustione delle biomasse (legno, cippato o pellet che sia) è pari a quella che si produrebbe dal naturale processo di decadimento delle stesse biomasse, senza alcun intervento umano.

Questo vuol dire che il riscaldamento a biomassa può essere considerato un riscaldamento a impatto zero sull’ambiente.

Riscaldamento a biomassa conviene? Utilizzo di risorse rinnovabili

Il riscaldamento a biomassa utilizza solamente risorse rinnovabili: questo non ci deve portare a pensare che vi siano intere foreste disboscate per produrre il carburante necessario al riscaldamento domestico, perché la quasi totalità delle biomasse utilizzate nel riscaldamento è rappresentato da scarti della lavorazione industriale della carta e del legno, disboscamento controllato e residui dell’agricoltura.

Riscaldamento a biomassa conviene? I lavori di installazione

Spesso, la modifica dell’impianto di riscaldamento porta e complessi lavori di ristrutturazione: nel caso delle nuove caldaie a biomassa questo problema non si pone, perché si integrano perfettamente con i sistemi di riscaldamento già presenti. Inoltre è possibile predisporre l’integrazione con un bollitore per la produzione di acqua calda sanitaria.

L’unico fattore che va sempre tenuto in considerazione è quello dello spazio necessario allo stoccaggio del carburante: se infatti il metano non richiede stoccaggio, in quanto alimentato da una rete, e il gpl o gasolio sfruttano un serbatoio posto di solito al di fuori dell’abitazione, per le biomasse è necessario prevedere un luogo di stoccaggio (come la classica legnaia) che sia abbastanza ampio e allo stesso tempo di facile accesso.

Abbiamo visto se l’installazione di una caldaia a biomassa conviene nel caso di cambiamento del sistema di riscaldamento: se vuoi avere maggiori informazioni sui diversi sistemi di riscaldamento, contatta i nostri esperti, che potranno rispondere alle tue domande e suggerirti la soluzione migliore a seconda delle tue esigenze.

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.