Tinteggiatura Esterna

La tinteggiatura esterna di un edificio è un’operazione che ricorda quella per interni. Se  volete risparmiare qualcosa evitando di ricorrere ad un imbianchino professionista tenete a mente alcune regole-base prima di iniziare.

Ricordate che va bene il risparmio, ma non a spese della qualità dei materiali. In altre parole, se farete da soli, risparmierete sulla manodopera. E va già bene così. Non ricorrete a materiali scadenti. Infatti il colore sarà esposto tutto l’anno a caldo, freddo e umidità. Se una vernice non è di buona qualità vi ritroverete in breve tempo con pareti scrostate e tutto il vostro lavoro sarà stato inutile.


Altra cosa: la sicurezza è importante. Avrete a che fare con superfici molto ampie e probabilmente vi troverete ad operare su scale o addirittura ponteggi per molto tempo. Attenzione, quindi. Muovetevi con estrema prudenza e usate il caschetto protettivo.


Terzo:vi servirà l’attrezzatura giusta. Anche lì non badate a qualche euro in più da spendere e munitevi di materiale di qualità. Recatevi dal vostro rivenditore di fiducia e acquistate raschietto e spazzola con setole dure che vi serviranno a correggere eventuali difetti della superficie da dipingere, e a rimuovere l’intonaco vecchio e la muffa. Servono poi rullo o pennello e acquaragia per diluire le vernici se non usate le pitture ad acqua. Calcolate bene il periodo di inizio del lavoro perché quando fa troppo caldo o troppo freddo la pittura potrebbe essere penalizzata, risultando per esempio troppo umida. Meglio allora prepararsi per il periodo primaverile o comunque con temperature tiepide e lavorare su superfici ben asciutte.


Per tinteggiature esterne si usano solitamente idropitture. Meno diffuse ma ugualmente efficaci sono le pitture ad olio che vanno diluite nell'acquaragia. Ma non saranno i soli materiali di cui probabilmente dovrete munirvi.
Una tinteggiatura esterna di buon livello, se riguarda un intero edificio (quindi non una semplice parete), richiede anche l'acquisto di colori per le parti metalliche come le ringhiere o le grondaie, per le quali servirà anche una protezione bituminosa per difenderle dai frequenti ristagni d'acqua.


Ricordate di coprire le parti già dipinte con giornali o fogli in plastica. Se le mura dell’edificio non sono molto alte (ad esempio una villetta unifamiliare), per dipingere potrebbe bastarvi un rullo con asta telescopica molto pratico e sicuro perchè vi risparmierà molto tempo in cima ad una scala. Potrete poi dedicarvi solo alle piccole rifiniture e il gioco è fatto.

Contattaci

Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.